GSS

Corsi guida soccorso sanitario (GSS)

E’ l’ultima evoluzione in ordine di tempo del primo progetto formativo Area SAFE: il corso GSA (Guida Sicura Ambulanze, primi test nel 2007), poi divenuto GSA2 (anche Automediche, nel 2009) ed in seguito modificato in GSS nel 2012. Il filo conduttore che ne ha guidato lo sviluppo è sempre stata la ricerca, coerentemente con le comuni matrici professionali e culturali degli appartenenti ad Area SAFE, di linee-guida idonee a garantire il miglior equilibrio tra sicurezza - per gli equipaggi operanti e per i terzi - ed efficacia dell’azione.

 

IL CONCETTO DI "GUIDA OPERATIVA"

Nella sua ultima versione, il GSS condivide le premesse metodologiche e gli obbiettivi funzionali con gli analoghi corsi specialistici per la guida di polizia, sviluppati sempre da Area SAFE: i servizi urgenti di istituto sono esperienza operativa comune a tutti i soggetti istituzionalmente chiamati a “rispondere” ad un’emergenza.
Procedure e tecniche devono quindi comunemente ispirarsi ai tre canoni fondamentali della tecnica operativa:
I. garantire l’incolumità fisica degli operanti;
II. garantire l’incolumità giuridica degli stessi;
III. conseguire l’efficacia dell’azione.

 

 

 

STRUTTURA PARTE TEORICA

Otto ore dedicate alla definizione dei confini di sicurezza fisica e giuridica entro i quali contenere l’azione al volante dei mezzi di soccorso sanitario:
la figura dell’autista ed i profili di responsabilità, il Codice della Strada e relativa giurisprudenza,meccanica e dinamica comportamentale dell’ambulanza, gestione del rischio dell’equipaggio e dei terzi, concetto di velocità target e di traiettoria ottimale, la commutazione su traiettoria difensiva ed il posizionamento sulla scena di intervento sono soltanto alcuni degli argomenti di trattazione. Ampio spazio è riservato alla discussione ed al confronto tra istruttori e partecipanti.

 

            


STRUTTURA PARTE PRATICA
Otto ore suddivise in tre cicli addestrativi differenziati, con un istruttore sempre a bordo del veicolo utilizzato dall’allievo; rapporto massimo tra istruttore e allievo 4:1.
Posizione di guida “attiva” e corretta azione sul volante, gestione dei trasferimenti di carico e dell’aderenza in fase di frenata e riallineamento in
caso di reazione ad improvvisa interferenza nella traiettoria, tecnica di superamento delle intersezioni, sono il nucleo principale delle diverse tipologie di esercizi proposte.


RETRAINING: annuale di 10 ore con analoga ripartizione (5h teoria + 5h pratica).

 

RILASCIO ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

REGISTRAZIONE E LOGIN UTENTI